A VINITALY I VINI DELLA MAREMMA PIACCIONO SEMPRE PIU’

Con il ritorno alla fiera internazionale del vino
il Consorzio Tutela Vini della Maremma ha potuto “incontrare di persona”
l’interesse di buyer e operatori per tutte le tipologie della Denominazione

Grosseto, Aprile 2022_”Tornare a Vinitaly, incontrare di nuovo così tante persone è stata una grande emozione per noi e per il pubblico dei buyer nazionali e internazionali e anche un importante momento di verifica del lavoro di promozione che siamo riusciti a portare avanti anche in questo periodo un po’ complicato”, afferma il Presidente del Consorzio Tutela Vini Maremma Toscana, Francesco Mazzei, facendo un’analisi della partecipazione alla fiera internazionale del vino di Verona.
La risposta che abbiamo avuto è stata molto positiva e questo ci conforta e ci sprona a continuare insieme ai produttori nel progetto di crescita qualitativa e di riposizionamento di tutti i vini della DOC, perché ognuno con le proprie peculiarità ha dimostrato di piacere e di avere le potenzialità per ritagliarsi un proprio spazio di mercato”, aggiunge Mazzei.

Ben 83 etichette, di 48 Aziende, in mostra nel nuovo allestimento del Consorzio di 100 mq nel padiglione dedicato alla Toscana; grande curiosità per lo spazio dedicato al Vermentino Maremma Toscana DOC con la Top Ten 2022 del Vermentino Grand Prix.

Questa tipologia è infatti sempre più apprezzata dai consumatori in Italia e all’estero e ha richiamato moltissimi operatori allo stand del Consorzio, dando l’opportunità di far poi conoscere e apprezzare anche gli altri vitigni autoctoni della denominazione, tra i quali Sangiovese, Ciliegiolo, Alicante, Ansonica e gli internazionali, tra cui spiccano Cabernet Sauvignon, Merlot, Syrah e Cabernet franc. Ad attirrare gli operatori presenti a Vinitaly, oltre alla qualità dei vini anche il loro valore intrinseco, ben espresso da tre parole che ben descrivono la DOC Maremma Toscana: territorio, sostenibilità, autenticità.

Torna su